top of page

L'Oleandro, il rè dell'estate


L’oleandro è una pianta arbustiva originaria dell’area mediterranea: nel nostro paese è diffuso sia allo stato selvatico, sia come pianta da coltivare in un contenitore o anche in terra.

È un arbusto sempreverde molto forte e resistente, sia alle intemperie, sia alla siccità e sia all’inquinamento, per questo motivo viene utilizzato molto anche come arredo urbano ed è facile incontrarlo persino nelle aiuole dei divisori delle corsie autostradali.

Dall’inizio della primavera fino all’inizio dell’autunno, l’oleandro produce dei bei fiorellini, raggruppati in mazzetti che crescono sulla cime dei rami: normalmente le infiorescenze sono di colore rosa, ma ormai esistono anche degli ibridi dai fiori bianchi, rosso porpora o striati di diverse sfumature.

In autunno la fioritura giunge al termine e spuntano così i frutti, delle palline allungate legnose e dalla superficie lanosa che contengono i semi.

Le foglie dell’oleandro sono molto decorative ed eleganti, perché sono lunghe e di forma ovale, di un colore verde scuro molto particolare. Non sono foglie lisce e lucide, bensì ruvide e un po’ dure.


36 visualizzazioni0 commenti

Comments


bottom of page