top of page

Zamioculcas "gemma di Zanzibar detta anche Zamia o Pianta di Padre Pio: significato.. come curarla..



La Zamioculcas è conosciuta con diversi nomi come Zamia, o gemma di Zanzibar e, soprattutto, come Pianta di Padre Pio.


La leggenda, infatti, vuole che il santo conservasse un esemplare di questa pianta nella sua cella da monaco cappuccino.



La Zamioculcas è una pianta da interno originaria dell'Africa tropicale, apprezzata e ospitata in varie case soprattutto grazie alle sue foglie lucide e alla facile manutenzione.



Infatti, è una pianta facile da coltivare e curare, e le sue attraenti foglie lucide possono crescere fino a un metro di lunghezza.




L'introduzione in Europa e i vari nomi

L'introduzione della Zamioculcas in Europa è piuttosto recente.

Risale, infatti, ai primi anni 2000.


A partire da questo periodo la pianta ha iniziato a entrare nelle case europee e ad essere apprezzata per la facilità di coltivazione e per l'aspetto sempre verde e rigoglioso.


Questa pianta è unica nel suo genere: non esistono altre specie di Zamioculcas zamiifolia.


Tra l’altro, la Zamioculcas è conosciuta con diversi nomi come Zamia, gemma di Zanzibar e, soprattutto, pianta di Padre Pio.


La leggenda, infatti, vuole che il santo conservasse un esemplare di questa pianta nella sua cella da monaco cappuccino.

Coltivare la Zamioculcas: come si fa?

Coltivare la Zamioculcas è facile anche, e soprattutto, per chi ha poco tempo ma non vuole rinunciare al piacere di vedere la propria pianta crescere rigogliosamente.


La Zamioculcas zamiifolia riesce a sopravvivere sia in condizioni di scarsa illuminazione che in situazioni di luminosità eccessiva; a seconda della quantità di luce che la pianta riceve può crescere più o meno velocemente.



L'umidità non è influente per la sana crescita della pianta, che sopravvive benissimo sia con scarse che con frequenti quantità di acqua;

i robusti steli alla base della Zamioculcas, infatti, permettono alla pianta di immagazzinare e trattenere una buona riserva d'acqua, che l'arbusto userà in caso di necessità.


D'estate si consiglia di innaffiare la pianta ogni settimana, mentre d'inverno saranno sufficienti due volte al mese.





Un consiglio: di tanto in tanto, utilizza un nebulizzatore per spruzzare dell'acqua sulle foglie della Zamioculcas: le piccole gocce d'acqua che si poseranno sulla pianta aiuteranno le foglie a mantenere la propria brillantezza, cosicché l'aspetto della pianta sia sempre lucido e sgargiante.


L'aspetto

La Zamioculcas è composta da numerosi steli a partire dai quali si sviluppano varie foglie che, lunghe e carnose, crescono dritte per poi arcuarsi, mantenendo così la pianta ben modellata.


La Zamia produce piccoli fiori alla base sia se viene fatta crescere in casa che all'esterno.


Tuttavia, i fiori non sono sempre così visibili dal momento che crescono alla base degli steli e la grandezza delle foglie tende spesso a nasconderli.

768 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page